• Español
  • Russkij
  • Français
  • English
  • Italiano

Telefonaci allo 0437 936730 o scrivici a fuoriposto@ulss.belluno.it


Gruppo Giovani e Divertimento

Loghetto Grugidi

Il Gruppo prevede il coinvolgimento di Professionisti che operano sia nel settore Pubblico che in quello Privato.

L’esperienza veneta in materia fornisce un valido esempio sull’opportunità di intraprendere tale iniziativa. Dal 1999 le Equipe di Blu Runner della Società Cooperativa Sociale Il Gabbiano di Vicenza, di Progetto Spazio ULSS 13 Dolo (VE) e Fuori Posto della ULSS 1 di Belluno lavorano in modo coordinato con analoghe metodologie e obiettivi: ciò permette lo sviluppo di tecniche di intervento che nel corso degli anni hanno dato e continuano a dare interessanti risultati.

COORDINATORI

OBIETTIVI DEL GRUPPO DI LAVORO

  • Sensibilizzazione di tutti coloro che operano in campo alcologico, e più in generale sulle dipendenza, sulla necessità di riflettere sul ruolo del divertimento nei processi di prevenzione e cura;
  • Aggiornamento e formazione degli operatori impegnati nella prevenzione socio-sanitaria;
  • Ricerca e monitoraggio costante sulle proposte di intrattenimento e divertimento abbinate alla commercializzazione e consumo di alcolici
  • Attuazione di un progetto preventivo, replicabile di intervento nel settore che abbia attenzione al divertimento e controllo all’uso di alcolici
  • Promozione di eventi che caratterizzino lo specifico giovanile e il divertimento in ambito preventivo alcologico
  • Realizzazione di un sito WEB o newsletter nel sito SIA di aggiornamento e informazione sia per chi opera, sia per chi commercializza, sia per chi si diverte, sia per la famiglia
  • Promozione e produzione di materiali, gadget, linee guida indirizzati alla popolazione del divertimento

 

CHI PARTECIPA A GRUGIDI

  • Figure professionali nella prevenzione che operano in alcologia
  • Esperti del divertimento
  • Figure professionali di categorie commerciali e imprenditoriali (SILB) (FIPE)
  • Tecnici di viabilità stradale
  • Referenti di Enti della Pubblica Amministrazione (regioni,province,comuni, comunità montane, consorzi)
  • Organizzazioni di Volontariato e del Terzo settore
  • Organismi di partecipazione diretta dei cittadini, pur rispettando i criteri di proporzionalità rappresentatività definiti della SIA

PERCHE' UN GRUPPO SU GIOVANI E DIVERTIMENTO

Da tempo il binomio Giovani e Divertimento divide l’opinione pubblica in permissivi e in abrogativi, spesso succede anche con professionisti del settore, se si aggiunge la parola alcol.

Chi per professione è impegnato, sostiene la necessità in campo educativo di questo binomio “giovani e divertimento” e di altri quali: sperimentazione e crescita, uso e non abuso, corretta informazione e prevenzione, divertimento e incidenti.

Purtroppo o per fortuna, i media di informazione troppo spesso riportano notizie a senso unico, di cronaca individuando il comportamento giovanile come elemento di ”devianza” e problematicità.

A chi opera nel campo della salute, nell’ambito del Privato Sociale accreditato, così come nel settore Pubblico, oggi è richiesto non solo di possedere solide competenze professionali, ma anche capacità di sintesi nel decodificare i comportamenti.

Quando si parla di Giovani e Divertimento, oggi, l’immediato riferimento va alla devianza, alla dipendenza, ai costi sulla salute, alla presa in carico, ai lutti.

In un tale contesto, intervenire nel divertimento non può limitarsi solo ad un'asettica offerta di interventi tecnico-scientifici corretti, ma deve anche riuscire a coinvolgere la sfera del senso della vita e dei valori che stanno alla base del ben-essere e del vivere in modo adeguato un periodo generazionale del quale fa parte anche il divertimento.

L'attenzione, oggi sempre più crescente, rispetto ai comportamenti alle condizioni e alle proposte del mercato di tendenza che interessano i giovani non possono non coinvolgere sia gli adulti familiari che gli adulti significativi in ambiti scientifici e professionali. Quando per professionali si intende un attenta e ricercata collaborazione con il territorio e le agenzie educative operanti.

I giovani e il divertimento impegnano la scienza, nella ricerca e sperimentazione, come allo stesso modo impegnano il commerciale per una maggiore attenzione al rispetto delle regole e della salute pubblica ed economica. Si tratta di coinvolgere coloro che, per mandato pensano e attuano prevenzione dando spazio e dignità a coloro che, per diversa professione sono a contatto per molto tempo con la popolazione giovanile.

Per gli operatori della salute si tratta di essere sempre più consapevoli che la prevenzione, l’animazione e il coinvolgimento diretto nel settore dovrà divenire argomento di specializzazione con obiettivi chiari sul ben-essere della popolazione e della società civile.

Essere consapevoli, magari nella ricerca dei propri ricordi, che il divertimento è una fase di crescita importante anche nella salute è comprendere il suo valore nella crescita di una società moderna ed adeguata ai tempi.

In particolare l'alcologia più di altre discipline, ha a che fare con una profonda, radicata, complessa cultura che lega l'uomo alle bevande alcoliche il divertimento ai rischi. In campo alcologico quindi più che in altri, è fondamentale dare spessore a questo valore aggiunto.